28 nov 2012

LA DONNA IN LACRIME


C’era una volta una vecchietta nota come la “donna in lacrime” perché piangeva sempre. Piangeva nelle giornate di pioggia e piangeva nelle giornate serene.
Un giorno le si avvicinò un viandante che conosceva la vecchietta per la sua fama di donna sempre triste:
- Vecchia, perché piangi sempre?
- Perché ho due figlie…una ha sposato un venditore di scarpe e una un venditore di ombrelli. Nei giorni di bel tempo penso che gli ombrelli di mia figlia non si vendono, e in quelli di pioggia penso che nessuno uscirà a comprare scarpe dall'altra mia figlia!
- Ma nelle giornate serene dovresti pensare che le scarpe di tua figlia si vendono bene, e in quelle di pioggia che vanno bene gli affari della figlia che vende ombrelli!
- Hey! Hai ragione!
Da quel giorno la donna in lacrime non pianse più. Invece ridacchiava fra sé ogni giorno, indipendentemente dal tempo.

Se si vuol vivere felici, bisogna imparare che se una situazione sia buona o cattiva dipende solo da come la si considera!


27 nov 2012

È TEMPO DI UN’ALTRA PSICOLOGIA?


Eccomi, sono appena tornato da una riunione con alcuni colleghi e mi sento tutto elettrizzato…perché? Come sapranno tutte le persone che sono in contatto con il mondo PSY, la nostra professione non se la sta cavando molto bene: ordini che esistono solo per chiedere la quota annuale, enti previdenziali che attuano investimenti alquanto discutibili, altre figure professionali che vogliono invadere ambiti di nostra competenza. Il presente non è roseo per gli psicologi….meglio non immaginare il futuro. Fortunatamente tra i colleghi giovani sta nascendo una nuova consapevolezza e un nuovo interessamento alla professione. Probabilmente anni di esasperazione hanno cominciato a far muovere le acque.
Molti si sono accorti che lavorare come psicologo non è una missione o un hobby, ma una professione rispettabile e del quale si vuole vivere. Probabilmente ai professionisti più maturi non interessa cambiare lo stato delle cose perché ormai hanno trovato una loro collocazione nel mondo del lavoro. Sistemazione che hanno ottenuto grazie al numero esiguo di psicologi che erano presenti sul mercato negli anni addietro. Oggigiorno il numero degli psicologi è ai limiti dell’inverosimile e si sta vivendo una guerra tra poveri.
Come dicevo prima, una nuova consapevolezza si sta affacciando tra di noi, la coscienza che se si lavora bene e si sfruttano gli ambiti dove noi possiamo applicare le nostre competenze tutti possiamo lavorare e vivere del nostro lavoro.
Ho scoperto che “la nuova consapevolezza” si è già organizzata in associazione: ALTRAPSICOLOGIA.
Io sono molto restio ai facili entusiasmi, in particolar modo se vi sono associazioni o strutture simili, in quanto ho vissuto abbastanza esperienze negative da farmi essere molto sospettoso…
Ma devo ammettere che dall'incontro di questa sera, sono uscito carico di entusiasmo e di speranze…..forse le cose si possono cambiare…basta volerlo….


01 nov 2012

SEMINARIO: riflessioni

Come alcuni di voi sapranno il 24 ottobre ho tenuto un seminario, presso LaFeltrinelli di Pescara, dal titolo "7 linee-guida per vivere serenamente il rapporto di coppia". All'incontro sono intervenute una quarantina di persone ed è stato veramente  entusiasmante. Durante il seminario ho spiegato le varie problematicità che portano un individuo ed una coppia ad andare in crisi. Tutte le persone che sono intervenute hanno mostrato molto interesse, e sono stato molto felice quando ci sono stati alcuni interventi e domande.
Mi è capitato diverse volte di parlare davanti ad un pubblico e devo ammettere che è sempre una bella esperienza, molto arricchente. Tenere seminari divulgativi è importantissimo per far conoscere alle persone la grande plasticità della psicologia. Molti pensano che lo psicologo si occupi solo di patologie e malessere, invece può essere un professionista molto utile per aiutare gli individui, le coppie, le famiglie a prevenire il disagio.

Mi farebbe molto piacere avere anche qui un feedback dalle persone che sono intervenute....

Vi voglio avvisare che probabilmente ci saranno due incontri futuri:



  • 23 Gennaio: probabilmente un seminario sull'influenza della famiglia d'origine sull'individuo. L'incontro dovrebbe essere tenuto da me e da terapeuti di altri indirizzi.
  • 13 Febbraio: un incontro sulle emozioni, e sull'educazione emotiva.